Royal Caribbean inaugura Quantum of the seas, la nave da crociera più tecnologica al mondo

Il castello di Eilean Donan in Scozia
4 Novembre 2014
Cancun Underwater Museum
6 Novembre 2014
Show all

Royal Caribbean inaugura Quantum of the seas, la nave da crociera più tecnologica al mondo

Con 348 metri di lunghezza, 41 di larghezza, 18 piani, 16 ascensori e un costo di circa 715 milioni di dollari, la Quantum of the seas (questo il nome scelto per la prima delle tre navi che entro i prossimi anni completeranno la nuova classe Quantum della Royal) apre una nuova era nel mondo crocieristico. Se la Oasis of the seas (lo spauracchio degli ambientalisti di tutto il mondo) ha fatto notizia per le sue dimensioni record, il nuovo gigante dei mari dell’azienda con base a Miami punta tutto sulla tecnologia, unita a un arredamento più minimal e moderno rispetto alle sue sorelle di simile stazza.

TUNNEL DEL VUOTO E ROBOT
Tra i tanti eccessi di questa nave due sono le attrazioni più appariscenti. La prima si chiama North Star ed è una capsula di vetro appesa ad una gru, sul ponte più alto. Può sollevare gli ospiti fino a 90 metri sul mare e ruotare per una vista a 360 gradi sull’orizzonte. Il viaggio dura 15 minuti ed è compreso nel prezzo della crociera ma la “bolla” può essere anche prenotata per cene intime e persino matrimoni. L’altra “follia” è l’iFly, un tunnel verticale di vetro attraversato da un potentissimo getto d’aria dove sperimentare il brivido dello sky-diving, la caduta nel vuoto. L’esperienza è da togliere il fiato.

In questa mirabilia non mancano i robot: al ponte cinque un bar bionico realizzato da una start up italiana permette di ordinare o creare il nostro drink scegliendo ingredienti e azioni su un iPad. Due bracci meccanici fanno il resto, shakerando, versando e servendo il tutto su un bancone di cristallo. Nel caffè-teatro situato a poppa, una vetrata con vista a 270 gradi sul mare si trasforma in un enorme schermo che si anima di immagini durante la miriade di show organizzati ogni giorno. Sei Led da 80 pollici ciascuno si muovono sinuosamente, manovrati da droni. Un teatro da 1.300 posti e un secondo spazio pensato per concerti e dj set che può accogliere oltre 550 persone completano l’offerta di intrattenimento. A bordo ci sono 18 ristoranti, dal fast food all’orientale fino all’italiano Jamie’s Italian dello chef-celebrità della tv inglese Jamie Oliver, il secondo più ricco al mondo dopo Gordon Ramsey.

LA PISTA DA AUTO-SCONTRO
Al centro del ponte superiore, la voglia di stupire ad ogni costo ha portato la Royal Caribbean a realizzare persino una grande pista con 40 auto-scontro. All’occorrenza si trasforma in un campo da basket regolamentare, in un pattinaggio o in una discoteca con tanto di consolle sospesa sopra le teste di chi balla. E poi campi da ping pong, calcetti balilla, una parete esterna per l’arrampicata sportiva e una piscina con onda artificiale per fare surf. La nave conta altre svariate piscine di cui due coperte.

L’innovazione della Quantum, comunque, comincia dal check-in, effettuabile quasi interamente on line. Il personale di bordo accoglie gli ospiti con un tablet tra le mani e ogni passeggero riceve un braccialetto elettronico a cui è associata la propria carta di credito: serve per pagare alla cassa ma sostituisce anche la tradizionale card per aprire la porta della camera. Appoggiato agli iPad sparsi per la nave, inoltre, permette a una app di riconoscere il nostro volto tra le immagini scattate dal fotografo di bordo: per stamparle basta un clic. Un’applicazione realizzata dalla Royal per smartphone e tablet, infine, consente di programmare le attività della crociera anche prima dell’imbarco e funziona come promemoria durante il viaggio (su tutta la nave è disponibile il wi-fi).

SUITE REALE E PREZZI
La Quantum of the seas conta 2.090 camere per 4.905 posti letto. Le 375 stanze che non affacciano sul mare, al posto della finestra, hanno uno schermo da 80 pollici che riproduce panorami e suoni circostanti in tempo reale. I prezzi medi per notte partono da 150 euro a testa per una sistemazione con “virtual balcony”, passano per i circa 190 per una camera con balcone e arrivano ai circa 1.140 (sempre a testa) per la suite matrimoniale più esclusiva: 149 mq, due livelli, terrazza di 37 mq con vasca jacuzzi sulla poppa della nave, altri due balconi al primo piano, una camera armadio e due bagni.

Arrivata a New York, la nave resterà tra Bahamas e Carabi fino a maggio 2015, quando effettuerà una nuova traversata transatlantica per poi inaugurare la sua prima crociera nel Mediterraneo, con partenza da Barcellona e scalo (ma non imbarco) a Civitavecchia (15 maggio) e a Napoli (16). Poi farà rotta verso la Cina dove rimarrà per il resto dell’anno.

 

Fonte: Il mattino

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.